Carie, la rivista letteraria nata sulla poltrona del dentista

Quante volte seduti dentro la sala d’attesa del vostro dentista vi siete ritrovati a frugare tra le riviste riposte sul tavolino e siete rimasi delusi dal fatto che non ne avete trovata nemmeno una degna della vostra attenzione? A me è capitato spesso ed è capitato anche a un gruppo di amici torinesi che hanno in comune la stessa passione, quella per la letteratura.

È così che è nata Carie, una rivista letteraria torinese che pubblica esclusivamente racconti della lunghezza massima di 20.000 battute. Di questo interessante progetto editoriale ne ho parlato ieri su Torino Web TV con Giulia Muscatelli, componente del collettivo che realizza la rivista. Potete vedere il video dell’intervista cliccando su questo link: https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Ftorinowebtv%2Fvideos%2F1297541660293950%2F&show_text=0&width=560

Giulia ci ha raccontato che la rivista è nata veramente da un’idea scoccata dentro la sala d’aspetto di un dentista e ci ha trasmesso tutta la passione che hanno loro nel produrla. Ci ha raccontato di come vengono selezionati i racconti e del fatto che illustratori e autori dei racconti non si parlano fino al momento in cui il numero non è andato in stampa. Carie è una rivista letteraria dinamica, giovane, frizzante e curiosa.

Durante la puntata di TOBook però abbiamo anche parlato dell’ultimo libro di Blake B Blink, una scrittrice torinese che, dopo aver affrontato la narrativa fantasy-noir, ha pubblicato la sua prima fiaba per adulti. Però con Blake abbiamo anche affrontato per la prima volta il tema dell’auto-pubblicazione, un argomento che divide gli addetti ai lavori.

Infine abbiamo sentito telefonicamente Noria Nalli, una giornalista e scrittrice torinese, che ha pubblicato un libro dal titoloAvventure semiserie delle mie gambe” dove racconta la sua malattia, lei ha la sclerosi multipla, ma guardandole con gli occhi delle sue gambe. Noria ha anche un blog sulla piattaforma digitale de La Stampa che si chiama “La stampella di Cenerentola“.

Seguimi su Twitter: @gioeleurso1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...