Gian Carlo Caselli ricorda Falcone e Borsellino

Il 23 maggio del 1992 io avevo poco meno di dieci anni. Ero un bambino che sognava di fare il giornalista e che seguiva con passione il mondo del pallone e quello della politica. La strage di Capaci e quella di via D’Amelio furono per me, e credo per molti altri, i dolorosi germogli dell’impegno civile. 

È per questo che mi è venuto naturale dedicare una trasmissione di CuriosiTO su Torino Web TV alla memoria degli ultimi due veri eroi italiani. Se vi foste persi la diretta qui potete vedere la puntata in differita: https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Ftorinowebtv%2Fvideos%2F1307664839281632%2F&show_text=0&width=560

Durante la trasmissione ho voluto dare voce a Gian Carlo Caselli, il magistrato che nel dicembre del 1992 prese la guida della Procura della Repubblica di Palermo, la piazza più pericolosa e impegnativa dell’epoca. Un magistrato che è stato dalla parte di Falcone e Borsellino anche quando in vita sono stati bersaglio di campagne diffamatorie mirate a delegittimarli.

All’epoca sembrava che avessero vinto loro, oggi sappiamo che non è così. Non è così anche grazie all’impegno civile di tutti quei cittadini che hanno fatto dell’antimafia una propria missione. Una di queste è Eleonora Frida Mino, ex avvocato che ha abbandonato la toga per salire sul palco del teatro e raccontare ai giovani cosa è stata la mafia e cosa è oggi la mafia.

«La mafia non esiste» le dicono molti giovani e lo fanno perché non vedono la mafia. La mafia invece esiste, ma invece di usare le pistole oggi usa i conti correnti bancari, gli appalti e probabilmente occupa qualche poltrona eccellente.

Il ricordo di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino ogni anno è doveroso perché lottare contro la criminalità organizzata, come ci ha detto Gian Carlo Caselli, è la cosa più rivoluzionaria che oggi si possa fare. 

Seguimi su Twitter: @gioeleurso1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...